Maratea: escursioni a cavallo per osservare le bellezze nascoste della Perla del Tirreno

Tra promontori rocciosi, cale, spiaggette, grotte carsiche in quella lingua di terra definita “Perla del Tirreno” si nasconde un tesoro paesaggistico tutto da scoprire. In una natura rigogliosa si trovano olivi, viti, fichi d’India, mentre gli oltre 30 chilometri di litorale sono ricoperti di macchia mediterranea, ricca di agavi fiorite, lecci, mirti, corbezzoli, erica, ginepro. Questi luoghi incantati con sguardo sul mare sono percorribili con escursioni a cavallo. Si parte da quote montuose e si arriva sulla spiaggia fino a raggiungere il mare ricco di stelle marine, gorgonie gialle e poseidonia.

Grazie alla collaborazione della società sportiva dilettantistica Maratea Outdoor Experience è possibile esplorare Maratea sotto vari aspetti.

Trekking a piedi – Il sentiero degli Eremi è un percorso tracciato su un’antica mulattiera, che univa la costa prospicente l’isola di Santo Janni e la parte alta della valle di Maratea, per poi diramarsi in varie direzioni. Deve il suo nome alla presenza di due antiche costruzioni, la cappella di San Paolo e l’eremo della Madonna della Pietà, probabilmente legate al fenomeno del monachesimo orientale. Il percorso, spettacolare per la vista verticale sulla costa, parte dal cuore del centro storico e sale fino a raggiungere l’imbocco del sentiero sterrato. Da non perdere: la finestra dell’eremita e il tramonto sul mare.

Escursione in canoa – La partenza può avvenire dal porto di Maratea o da una delle sue bellissime spiagge per poi dirigersi alla scoperta del meraviglioso panorama costiero e della sua vegetazione, tipica e caratteristica nei suoi colori ed odori, nelle spettacolari grotte, nelle sue spiagge selvagge ed isolotti che caratterizzano i 32 km della costa marateota, tutta da esplorare, dalle imponenti falesie a picco sul mare della costa Nord (Fiumicello, Cersuta, Acquafredda, Grotta del Sogno) alle calette più suggestive della costa Sud (Isola di Santo Janni, Marina, Castrocucco, Grotta Azzurra). Tra le spiagge più belle (nel 2016 la più bella d’Italia) quella di D’I Vranne, una striscia di sabbia che si può raggiungere solo via mare, circondata da una ripida scogliera nei pressi della bellissima grotta di  Giorgio, una delle più grandi.

Trekking a cavallo –  Maratea con la sua ricchezza paesaggistica ed i diversi dislivelli è il luogo ideale per organizzare trekking a cavallo percorrendo vecchie mulattiere ricche di storia, cultura e bellezze naturalistiche. Ci sono tanti buoni motivi per fare una passeggiata a cavallo, primo fra tutti è vivere un’esperienza che valorizza il ritmo lento della vita e che crea le condizioni ideali per vivere le emozioni provenienti dal rapporto con questo meraviglioso animale.

Gli itinerari proposti sono adatti a tutti i livelli e preparati nei dettagli per garantire la massima fruibilità e divertimento senza mai dimenticare la sicurezza. A Maratea è possibile nello stesso giorno attraversare  il centro storico incontrando alcune delle 44 chiese per cui Maratea è famosa, raggiungere la parte alta della Pineta di Marina dove ci si può abbandonare ad una sfrenata e liberatoria galoppata tra il verde ed ammirare lo spettacolo mozzafiato del mare che infinito si estende tra le mille sfumature di azzurro a tratti così chiaro e limpido da consentire di curiosare nei fondali ricchi di vita. Infine, come in un sogno, ritrovarsi in una “piscina” azzurra racchiusa tra soffici scogli, dimora di conchiglie e ricci marini, per un bagno rinfrescante nell’incantevole cornice della pineta La Secca-Maratea. Qui prosegue il viaggio del gusto con prelibatezze culinarie tipiche, armonie di mari e monti che, tra odori e sapori, arricchiscono il racconto di ciò che realmente è Maratea.

Nicola Santulli

Di seguito alcune foto delle escursioni a Maratea.