Da Anzi agli USA: la storia di successo di Antonio Cilibrizzi, primo italiano a diventare Ministro in America

Un uomo che si è distinto per la sua dedizione al lavoro e la sua grande passione e determinazione, lasciando un’impronta indelebile nella storia, in America e in Italia.

Antonio Giuseppe Cilibrizzi è stato il primo italo – americano a ricoprire un ruolo di ministro negli Stati Uniti.

Ha dedicato la sua vita al servizio del pubblico e “in tutti gli anni della sua carriera ha servito, ai più alti livelli, sia i governi statali che federali, contribuendo a trasformare la legge e la società americana, durante la presidenza di John Fitzgerald Kennedy prima e nel corso della presidenza di Lyndon B. Johnson poi”.

Nato ad Anzi, un piccolo paesino della provincia di Potenza, il 4 settembre 1910 da Rocco e Dorotea, ultimo in una famiglia di 13 figli, a soli 2 anni emigrò in America con la sua famiglia e, all’arrivo a Ellis Island, il cognome fu americanizzato in Celebrezze.

La famiglia si trasferì a Cleveland (Ohio) in una degradata baraccopoli e, mentre il padre trovò impiego come operaio ferroviario, lui si dedicò al lavoro per migliorare la situazione economica della famiglia iniziando, alla tenera età di 6 anni, come lustrascarpe e poi come venditore di giornali insieme ai fratelli.

Non si scoraggiò mai, né si diede per vinto accettando questa delicata situazione e, nel frattempo, frequentò la Cleveland Metropolitan School District, iscrivendosi poi alla John Carroll University e alla Ohio Northern University dove, nel 1936, si laureò in Legge.

Trent’anni dopo la laurea in Giurisprudenza, nel maggio del 1996, ha ricevuto la medaglia d’onore di Ellis Island.

Trasferitosi a Columbus per lavorare nella Commissione di disoccupazione dell’Ohio, nel 1938 tornò a Cleveland e iniziò a esercitare la professione forense.

Lì conobbe la donna  che divenne sua moglie, un’insegnante di nome Anne M. Marco, dalla quale ebbe 3 figli.

Con lo scoppio della seconda guerra mondiale, si arruolò nella Marina militare.

Congedato, alla fine del conflitto, iniziò la carriera politica conquistando nel 1950 un seggio nelle file del Partito Democratico al Senato dell’Ohio, ma si dimise e si candidò a sindaco di Cleveland, vincendo le elezioni come candidato indipendente.

Dal 1953 al 1962 ricoprì la carica di sindaco e promosse un imponente programma di riqualificazione urbana: viabilità e infrastrutture furono la sua priorità, ma non dimenticò di intervenire sull’urbanistica e, con uno dei suoi provvedimenti, riuscì a smantellare la baraccopoli dove era cresciuto, simbolo di degrado e miseria.

L’edificio del governo degli Stati Uniti a Cleveland, l’Anthony J. Celebrezze Federal Building, porta il suo nome, così come una stanza degli archivi della Facoltà di Legge della Ohio Northern University.

Grazie alla fama conclamata, nel 1962 e fino al 1965 Anthony Joseph Celebrezze fu nominato Ministro della Salute, Educazione e del Welfare durante la presidenza di J.F. Kennedy e di L.B. Johnson.

Nel 1965 il presidente Johnson lo nominò giudice del sesto circuito di Corte d’appello, carica che ha ricoperto fino al 1998, anno della sua morte (è sepolto al cimitero di Holy Cross, Brook Park, Ohio).

Un uomo che non si è mai risparmiato e ha continuato a battersi per tutta la vita a favore del prossimo e, soprattutto, dei più deboli.

Rimarrà nella storia per la sua caparbietà e per la sua determinazione, la stessa che l’ha portato a scrivere una delle più importanti pagine di storia americana sul diritto alla salute, facendo approvare al Congresso il famoso programma federale per l’assistenza sanitaria (Medicare).

Maria Vittoria Pinto

Di seguito una foto di Antonio Cilibrizzi.