Calvello: la chiesa di Santa Maria de Plano è un gioiello nel cuore della Basilicata!

Di grande bellezza e carica di spiritualità, Santa Maria de Plano è un gioiello nel cuore della Basilicata.

Lo custodisce Calvello, insieme ad altri beni preziosi di cui il paese è ricco: dal castello, citato nei documenti in età normanna che fu teatro anche dei moti carbonari del 1820 – 21, al ponte di Sant’Antuon, immerso nel verde e costruito su un corso d’acqua a flusso continuo dal nome emblematico, la Terra, che attraversa profondi strati di zolfo e ferro residuati dell’antico vulcano, alla cappella della Potentissima al cui interno viene conservata una statua della Madonna della Santissima risalente al 1700 e una tela datata 1695.

Il piccolo paese lucano, inoltre, è noto per la tradizionale produzione di ceramica artistica e per il Museo della Canzone Napoletana, che rende il centro di Calvello celebre in tutto il mondo.

Santa Maria de Plano deve il suo nome al luogo in cui sorge il complesso monastico fondato dai benedettini di Marsico Nuovo, il piano infatti costituisce la naturale via di accesso al paese e segna l’inizio della valle dell’Ischia che si apre verso il lato sud – est di Calvello.

La chiesa, a pianta basilicale, è una tipica costruzione benedettina, massiccia e compatta; vi si accede attraverso un meraviglioso portale in pietra con colonne culminanti con capitelli in stile corinzio ornati con foglie d’acanto; un secondo portale si trova sulla fiancata sinistra della chiesa.

Internamente, la navata centrale è separata da quelle laterali da colonne a sezione quadrata, in pietra viva, sormontate da archi e raggiunge la zona presbiterale rialzata di due gradini; sul retro dell’altare maggiore si trova il coro.

I capitelli e l’impostazione architettonica dei due portali romanici richiamano il portale della chiesa di San Michele a Marsico Nuovo, attribuito al lapicida e architetto Melchiorre da Montalbano.

Al suo interno, la bellezza di una sapienza antica e di un’incomparabile maestria prende vita con la splendida statua lignea raffigurante la Madonna col Bambino.

L’opera riecheggia motivi bizantini.

Il prezioso simulacro possiede un fascino arcaico e allo stesso tempo dolcissimo, la Vergine con le tre dita della mano destra sostiene il mondo e con la mano sinistra regge amorevolmente Gesù Bambino in atto di benedire.

La scultura, recentemente restaurata, è ritenuta senza dubbio una delle più belle del XII secolo.

Il complesso conventuale, oltre alla chiesa, è costituito da un convento con chiostro costruito dai francescani alla fine del XVI secolo, impreziosito da affreschi di rara bellezza della stessa epoca.

Maria Vittoria Pinto

Di seguito alcune foto della Chiesa Santa Maria de Plano a Calvello.